Carrello

Chiudi
  • ACCOUNT

CELLULITE E PROVA COSTUME

Chi di voi in queste giornate grigie e burrascose non è mai andato col pensiero a temperature più miti, sognando le emozioni e i profumi delle spiagge, magari sbirciando i ponti primaverili sul calendario? Anche se i bagordi natalizi sono stati ormai smaltiti, quel catartico momento, in cui ci si libera degli abiti per esporsi al sole, non può non destare qualche preoccupazione. Per fortuna abbiamo tutto il tempo per prepararci e presentarci al meglio.

 

 

Per arrivare pronti alla prova costume bisogna prepararsi in tempo.

 

Uno dei nemici peggiori, subdolo e temuto dal pubblico femminile, è certamente la cellulite. Purtroppo anche un corpo tonico ed allenato può presentarla. Vediamo che cos'è prima di parlare di come combatterla. La cellulite o PEFS (pannuculopatia edemafibro sclerotica) è una degenerazione del tessuto cutaneo e sottocutaneo, causata da un'alterazione del microcircolo, che porta all'accumulo di liquidi e all'infiammazione delle cellule adipose. Si presenta in diversi stadi progressivi. Stadio I (Fig. 1) abbiamo solo un accumulo di liquidi, si manifesta con una pelle di consistenza più pastosa dove la buccia d'arancia si evidenzia solo comprimendola. Non ha sintomatologia ed è reversibile.

 

Fig.1: Stadio I.

 

Stadio II (Fig. 2) a causa della mancanza di scambio di ossigeno si ha un'iperproduzione di collagene che forma piccoli noduli visibili in superficie. Si rileva una perdita di elasticità e l'effetto buccia d'arancia può essere visibile anche a cute distesa, a volte compaiono leggere discromie. Se sollecitate meccanicamente può essere leggermente dolorosa e fredda al tatto.

 

Fig. 2: Stadio II.

 

 Nello Stadio III (Fig. 3) le fibre di collagene formano una struttura compatta che soffoca il tessuto cutaneo e incapsula i nodi adiposi che aumentano di dimensione compromettendo la microcircolazione locale. Il conseguente accumulo di liquidi determina un'infiammazione locale. Il fenomeno diventa spiacevolmente evidente,  possono apparire lividi, la cute è fredda, alterate nel colore e dolorosa al tatto.

 

Fig.3: Stadio III.

 

La ulteriore degenerazione della patologia porta allo Stadio 4 (Fig. IV) dove tutte le alterazioni precedentemente menzionate peggiorano, i macronoduli si strutturano, fino a premere sulle terminazioni nervose. La sensibilità alle sollecitazioni aumenta e la pelle assume il tipico aspetto "a materasso". Questa condizione è irreversibile

 

Fig. 4: Stadio IV, irreversibile.

 

I fattori che portano alla cellulite sono svariati. Li classifichiamo per comodità in predisponenti (genetica, pubertà, gravidanza, menopausa e obesità) scatenanti (disfunzini epatiche ed ormonali soprattutto tiroidee, postura errata e assunzione anticoncezionali orali) ed esterni (fumo, alcol, cibi grassi/salati, abiti stretti e vita sedentaria). Il comportamento da adottare per prevenirla e curarla prevede: bere almeno 2 litri al giorno di acqua povera di sodio, seguire una dieta povera di grassi polinsaturi e sale, fare sport, massaggi e linfodrenaggio, seguire una terapia topica e assunzione di integratori per il microcircolo.

 

La dedizione sul lungo termine vi ripagherà sempre, garantito.

 

Molti di voi avranno sentito parlare di Somatoline. Qui tratteremo la formula classica, pensata per la cellulite, non gli snellenti. E' un farmaco in quanto contiene dei veri e propri principi attivi da distinguere dalla linea cosmetica (come il sette notti, pancia e fianchi ecc). Il suo funzionamento è dovuto principalmente a due principi attivi.

La levotiroxina, l'ormone tiroideo, che a livello locale attiva i processi di combustione del grasso a scopo energetico, ostacola l'iperproduzone delle fibre responsabili della "buccia d'arancia" e riduce la produzione dell'acido ialuronico che è responsabile dell'accumulo dei liquidi. 

L'escina, usata anche in alcune creme contro i traumi e le gambe stanche, migliora il microcircolo predisponendo il drenaggio, incrementa la resistenza dei capillari e facilita la penetrazione della levotiroxina. Il produttore consiglia di applicare 20g (due bustine) di prodotto al giorno per due giorni consecutivi per poi passare a un'applicazione di 10g (una bustina) a giorni alterni in cicli della durata di minimo 20 giorni e massimo 3 mesi. Il prodotto va applicato sulla cute pulita ed asciutta. Il massaggio linfodrenante ne ottiene un effetto sinergico. 

Come per qualsiasi problema ormai vi sono sul mercato integratori totalmente sicuri e molto validi. Ci sentiamo di menzionare l'Ananas che contiene fattori drenanti e la bromelina un antinfiammatorio naturale, l'estratto di The Verde ricco di antiossidanti e promotore della lipolisi, la Garcinia Cambogia altro attivatore del metabolismo lipidico infine i flavonoidi per il microcircolo. Per le donne in menopausa che non fanno già una terapia estrogenica sostitutiva, i fitoestrogeni possono essere d'aiuto, e non solo per il problema in oggetto. La posologia varia da prodotto a prodotto.

 

 

Vorremmo fare alcune considerazioni con voi prima di concludere. Il brand Somatoline ha fatto un'aggressiva campagna pubblicitaria alcuni anni fa per la linea cosmetica che è stata contestata.

Troverete tutti i prodotti del marchio su Dermadea, come lo snellente sette notti che è uno dei best seller della categoria su scala Italia, ma questo articolo è su Somatoline SOP, il farmaco, con tanto di fustella e bollino.

Ci occuperemo degli snellenti in altra sede. Molti sono preoccupati degli effetti collaterali di spalmarsi una crema con un derivato ormonale. In realtà i test clinici dimostrano che, alle dosi consigliate, non vi è una significativa influenza con i livelli di ormone circolante e quindi non vi sono pericoli di interazione con il funzionamento della tiroide. Questo un po' come quando si mette una crema con un antinfiammatorio.

Non si hanno gli effetti collaterali perché il principio attivo rimane a livello locale e solo una parte ininfluente finisce nel sangue. Tuttavia a fine cautelare Somatoline viene sconsigliata nei soggetti con alterazioni a carico delle tiroide. Sebbene sia un prodotto molto valido, e se non ne fossimo convinti non saremmo qui a recensirlo, ci teniamo a precisare che la sola applicazione della crema è limitante come approccio alla cura e prevenzione della cellulite e potrebbe portare risultati non soddisfacenti.

Va inoltre considerato anche il fattore genetico che è determinante quanto soggettivo. Per alcuni i risultati di altri sono difficilmente raggiungibili a prescindere dai mezzi. La natura è ingiusta a volte, immagino che tutti avete un'amica che mangia come un tirannosauro ed ha un fisico da pin up e una sempre a dieta che non è in forma come dovrebbe. Eppure questa non è una buona ragione per lasciarsi andare.

Non vorrei ora sembrare saccente, ma la dedizione sul lungo termine vi ripagherà sempre, garantito.